AQ-Terza missione

Le Università sono attori fondamentali nella produzione della conoscenza all'interno del sistema socio- economico, ma a tale funzione sono sempre più chiamate ad aggiungerne una ulteriore, solitamente individuata come Terza Missione, che prevede la valorizzazione della conoscenza prodotta all'interno del suddetto sistema e in modo particolare a livello di sistema socio-economico locale. L'efficace realizzazione delle attività connesse alla terza missione richiede che i ricercatori assumano un ruolo attivo, siano cioè materialmente e fattivamente il ponte di collegamento tra l'istituzione universitaria ed il sistema socio-economico. La presenza e l'intervento diretto dei ricercatori all'esterno dei perimetri universitari può assumere molteplici forme; pertanto, in ottica strategica è opportuno che si individuino le linee rispetto alle quali sviluppare nel corso del triennio.

Data la complessità e la molteplicità delle iniziative di terza missione, che vengono spesso attivate dai singoli docenti e stante la necessità di ricondurre le varie attività nel quadro e nell’ottica complessiva delle linee strategiche definite dall’Ateneo, coerentemente anche con le indicazioni che provengono dall’ANVUR, l’Università di Siena ha adottato un sistema di gestione della qualità, che tende a diffondere e a condividere con tutti gli attori l’opportunità di una valutazione dell’efficacia delle iniziative intraprese, al fine di monitorare la loro coerenza con le scelte strategiche programmatiche da una parte e dall’altra valutare l’impatto delle attività di terza missione sullo sviluppo sociale, culturale ed economico, anche in relazione con le specificità e le esigenze del territorio.

La definizione delle politiche per l’AQ-TM segue un ciclo triennale. Il ciclo inizia con l’approvazione da parte degli organi di governo del piano strategico triennale di Ateneo e della sua declinazione a livello di Dipartimenti, o altre strutture di raccordo. Gli obiettivi individuati nel piano e le azioni messe in atto per il raggiungimento degli obiettivi, vengono monitorati nel corso del triennio, in concomitanza della compilazione delle schede della SUA-TM. La struttura organizzativa di supporto alla Terza missione, oltre a garantire il monitoraggio delle azioni intraprese a livello centrale e periferico, ha il compito di favorire e supportare la valorizzazione delle attività svolte a livello dipartimentale o direttamente dai singoli docenti.

In sede di riesame, gli obiettivi del piano e le azioni ivi definite possono essere aggiornati e rimodulati, sulla base dei report messi a punto dalla Divisione Terza missione e dai Dipartimenti, o altre strutture di raccordo. Il ciclo si chiude allo scadere dei tre anni, con un riesame triennale che costituirà il punto di partenza per la stesura del nuovo piano strategico triennale.